Autore Topic: Gli eBook Reader sono morti? Calo di vendite e funzioni copiate sui tablet...  (Letto 1378 volte)

Offline gabryele

  • Amanuense
  • ***
  • Post: 443
  • Sesso: Maschio
    • E-mail
Gli eBook Reader sono morti? Calo di vendite e funzioni copiate sui tablet ne stanno decretando la morte

da->https://www.yourlifeupdated.net/editoriale/gli-ebook-reader-sono-morti/

Sento sempre meno parlare degli eBook Reader e mai come in passato, nel 2018, si registrano cali di vendite impressionanti che farebbero pensare ad un addio prematuro. Analizziamo la situazione [...]
a distanza di quasi 5 anni vedo pochissimi eBook Reader in giro e pochi nuovi modelli lanciati con la sola Amazon che crede ancora nei libri digitali.

In principio fu il Kindle di Amazon, poi i vari Kobo, Sony, Tolino e molti altri hanno provato a farsi strada nell’intricato e rivoluzionario mondo degli eBook Elettronici. Ora a distanza di pochi anni, solo Amazon e Kobo continuano a presentare nuovi dispositivi ma che più si vanno a sovrapporre con il mondo dei tablet.
Un esempio è il Kodo Arc a metà tra tablet ed eBook Reader ed anche la serie Fire di Amazon si presenta più come tablet ma stizza l’occhio anche agli eReader. Allora che è successo?

Sono i tablet la causa della morte degli eBook Reader?
Schermi più definiti, modalità lettura ed applicazioni create ad hoc per smartphone e tablet sono tante delle svolte tecnologiche che stanno per soppiantare gli eBook Reader.
Un ritorno alla carta e poi ci si mettono anche i tablet, e pure gli smartphone, che grazie alla funzione delle rimozione della luce blu, ottimizzano il display alla lettura degli eBook, proprio come gli eBook Reader, per non affaticare la vista.

Nati per soppiantare la carta, gli eBook Reader, ad oggi segnano un calo di vendite non da poco e solo pochi modelli restano ancora a galla.
Sta di fatto che la congiunzione tra tablet ed eBook Reader, un calo delle persone che leggono, in Italia ben il 57% delle persone non leggono ed il classico libro cartaceo mai abbandonato, stanno dando filo da torcere agli eBook Reader.

Sta di fatto che su Amazon, tra i dispositivi di elettronica più venduti troviamo tanti eBook Reader ma dall’altro lato si segnala un calo netto delle vendite di eBook, forse merito di libri hackerati e distribuiti gratuitamente, che stanno man mano affievolendo un mercato che ha già conosciuto i suoi tempi migliori.


Offline pippo53s03

  • Scalpellino
  • *
  • Post: 97
E' un dubbio che anch'io mi pongo, ogni volta che devo (mi viene voglia) di acquistare un nuovo device elettronico.
Analizzando le mie ultime scelte, obligate/capricciose, mi sono reso conto che:
1) quando sono a passeggio (col cane) e mi siedo su una panchina, ho sempre con me lo smartphone (Samsung J5 con FBReader): me ne sto all'ombra e funziona altrettanto bene del mio e-book reader Sony PRS-T1 (che non ho con me per questioni di ingombro).
2) se voglio leggere un fumetto (tipicamemte Bonelli) le dimensioni mi richiedono un tablet circa 10": lo faccio a casa oppure, in caso di estrema necessità, lo faccio col tablet (Samsung A1 da 11 e rotti pollici con FBReader)
3) se sono in spiaggia.... beh, allora aggiungere il T1 agli asciugamani non è certo un problema e  quindi uso l'ebook-reader (non per i fumetti!).

Riassumendo, se tutti e tre venissero a mancare contemporaneamente (dico gli stumenti elettronici, mica il cane), nell'ordine acquisterei:
1) lo smartphone
2) l'ebook reader
3) il Tablet.
naturalmente, le mie abitudini ed esigenze sono mie, ciascuno ragiona come preferisce e può.
 XD O:)
comunque, finchè non ci sarà un e-book reader di almeno 8 pollici a circa 100 euro, seppure si dovesse rompere il T1 non lo sostituirei con un altro e-book reader e mi accontenterei di smartphone e Tablet.
Se dovessi sostituire il tablet avrei scelte infinite.
Rompendosi lo smartphone mi sentirei obbligato prioritariamente a prenderne un altro.
 >:D

Offline visegrip

  • Amanuense
  • ***
  • Post: 275
  • Sesso: Maschio
  • Kobo Glo
Quando viaggio mi guardo sempre intorno e, purtroppo, vedo in Italia pochissima gente che legge libri.
Non parliamo poi di chi legge su e-book reader, rari come mosche bianche!  :-[ :-[ :-[
Tuttavia, ho notato una cosa interessante, che mi fa bene sperare nel futuro degli schermi e-ink:
tutti gli amici (compresi possessori di tablet) a cui ho prestato un lettore da provare se lo sono comprato e lo usano regolarmente.
"Purtroppo" (per la Kobo, ma non per me), i tre Kobo Glo che abbiamo in famiglia continuano a funzionare egregiamente, anche dopo anni di quotidiano sbatacchiamento.
È inutile che elenchi in questa sede i (per me) enormi vantaggi di leggere su un lettore rispetto a un tablet o (orrore!) un palmare.
Facendo poi un rapido calcolo, da quando li abbiamo, pur continuando a comprare libri di carta per svariate ragioni, abbiamo acquistato non meno del 30% di titoli in più e dimezzato le spese familiari in questo comparto.
Comunque, credo che prima o poi la tecnologia arriverà a offrire tablet con schermi a colori veloci e perfettamente leggibili in piena luce. E, allora, gli e-book reader diventeranno pezzi da museo.  :'(
« Ultima modifica: 25/04/18 14:31 da visegrip »

Offline gabryele

  • Amanuense
  • ***
  • Post: 443
  • Sesso: Maschio
    • E-mail
io direi proprio che, chi ha un ereader non ha la necessità di cambiare spesso dispositivo, se funziona può durare decenni...
per il resto (vs smartphone/tablet), la differenza schermo similstampato contro schermo che ti illumina gli occhi è inutile anche solo iniziare una discussione.

Offline rebus

  • Novizio
  • *
  • Post: 44
  • Sesso: Maschio
    • Gruppo Studi Capotauro
io direi proprio che, chi ha un ereader non ha la necessità di cambiare spesso dispositivo, se funziona può durare decenni...
per il resto (vs smartphone/tablet), la differenza schermo similstampato contro schermo che ti illumina gli occhi è inutile anche solo iniziare una discussione.

Penso che tu abbia centrato il punto. Non c'è la necessità (per fortuna!) di sostituire frequentemente il proprio reader, per cui il mercato si è un po' saturato. Una volta raggiunta l'alta definizione, i produttori non stanno introducendo innovazioni che rendano così urgente l'acquisto dell'ultimo modello (l'unica in grado di dare uno scossone al mercato sarebbe forse l'introduzione del colore).

In ogni caso il calo c'è stato anche fra i tablet. Dopo il boom iniziale, le vendite si sono ridimensionate e chi ne ha già uno lo tiene anche diversi anni. Ma non direi che siano morti  :)
"Portami il girasole impazzito di luce" (E. Montale)
Bookeen Cybook Odyssey I Ed.

Offline pippo53s03

  • Scalpellino
  • *
  • Post: 97
io direi proprio che, chi ha un ereader non ha la necessità di cambiare spesso dispositivo, se funziona può durare decenni...
per il resto (vs smartphone/tablet), la differenza schermo similstampato contro schermo che ti illumina gli occhi è inutile anche solo iniziare una discussione.
...se funziona (bene) certamente!
Ma lo stesso si potrebbe dire per gli altri apparecchi; il problema mi sembra quello delle case hardware/software che producono e spingono sul consumismo.
L'utilizzatore di e-book reader forse è considerato troppo "sgamato" su queste tecniche di marketing e poco ricettivo nei confronti dei capricci della tecnologia  e del comsumismo (es. che me ne faccio di uno smartphone da 24,00MPixel per fotografare roba che verrà vista quasi unicamente su uno smartphone ?) e questo credo possa parzialmente spiegare la mancanza di nuove proposte.
Tuttavia, succede che:
- lo smartphone cade e si rompe (ebbeh, per forza, ce l'hai sempre in mano!): lo devi cambiare!  (caso personale)
- il reader cade (sulla sabbia o sul pavimento di casa/del treno): di solito non succede nulla.  (caso personale)
- il reader si impalla se premi troppo velocemente di seguito due tasti: resetti, resetti, resetti, porti pazienza. (caso personale)

alla fin fine, io leggo bene sul mio smartphone quanto sull'e-reader (citati sopra), ma ciascuno ha le proprie "viste" (sia in senso metaforico che in senso letterale).
 ;D
 

Offline Indiana Joe

  • His eLiterary Monstrosity
  • Administrator
  • Digitalizzatore
  • *****
  • Post: 5.630
  • Sesso: Maschio
  • Sony 650 w/prs+ | Kobo Mini
 
Penso che tu abbia centrato il punto. Non c'è la necessità (per fortuna!) di sostituire frequentemente il proprio reader, per cui il mercato si è un po' saturato. Una volta raggiunta l'alta definizione, i produttori non stanno introducendo innovazioni che rendano così urgente l'acquisto dell'ultimo modello (l'unica in grado di dare uno scossone al mercato sarebbe forse l'introduzione del colore).

Concordo pienamente. Ormai escono pochi modelli e il mercato sta lentamente andando in stasi: il colore era stato annunciato praticamente 5/6 anni fa e ancora niente.
Al contrario, tablet/applicazioni con opzioni di gestione della luminosità dedicata ai lettori stanno prendendo piede sempre di più conquistando il lettore "casuale". Conosco tanti amici con smartphone/tablet sui 5.5"/7" che leggono un libro al mese su tali dispositivi e si accontentano, ritenendo la spesa di un device dedicato spesso troppo esosa (un eReader basico viene ancora sui 70/80€ e sono scomparsi quei dispositivi più economici che una volta riempivano il mercato).

Inoltre bisogna tenere presente che i dati, anche internazionali, sulla lettura mostrano un calo: https://www.tomsguide.com/us/is-the-ereader-dead,review-5158.html
https://www.theguardian.com/books/2017/mar/14/ebook-sales-continue-to-fall-nielsen-survey-uk-book-sales?_ga=2.153076401.920034041.1524839325-203722662.1524839325

Citazione
Readership is down; e-reader sales are down; e-book sales are down.
"Boa é a vida, mas melhor é o vinho" - FP
Lettore in evoluzione