Autore Topic: Livelli di grigio degli e-ink  (Letto 5799 volte)

Offline Fabyo

  • Novizio
  • *
  • Post: 42
Livelli di grigio degli e-ink
« il: 20/06/14 17:20 »
Ciao a tutti!
Volevo chiedervi una curiosità alla quale purtroppo cercando in rete non trovo risposta.
Voi sapete quanti livelli di grigio hanno in media gli e-ink in commercio? Se non ho capito male sui 16 o sbaglio? In particolare sapete quanti ne ha il kobo aura?

Nel caso siano davvero così pochi sapete come mai? Per limiti tecnici o perché sono ritenuti inutili oltre 16?

Tutto nasce dal fatto che ho provato a mettere delle foto in b/n sul kobo aura per curiosità, con un risultato molto più deludente di quel che mi aspettavo. Quanti livelli di grigio sarebbero necessari per una ottimale visualizzazione?

Grazie!

Offline karamella

  • Digitalizzatore
  • *****
  • Post: 2.549
  • Sesso: Maschio
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #1 il: 20/06/14 17:46 »
La limitazione a 16 livelli di grigio è un compromesso tra la visualizzazione e le complicazioni sia fisiche che di potenza di calcolo nella variazione di stato delle microcelle.

Il grigio in sé non esiste, è solo una illusione ottica ottenuta avvicinando quantità di particelle nere a particelle bianche.

Quando noi diciamo che una persona ha i capelli grigi commettiamo un errore di base.
Il capello grigio non esiste.
La colorazione dei capelli è il risultato del rapporto tra la quantità di capelli neri rispetto a quelli bianchi
Aumentare i livelli di grigio in un lettore che potrebbe funzionare benissimo anche con 8 livelli comporterebbe una complicazione sia dell'hardware che dei circuiti di controllo della commutazione dello stato delle celle contenenti l'inchiostro.

Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perchè nessuno sia più schiavo (G.Rodari)

Offline Fabyo

  • Novizio
  • *
  • Post: 42
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #2 il: 20/06/14 20:23 »
Mi hai chiarito la cosa ma non mi hai risposto! :p O magari non ho capito io!

Quindi ora come ora è impossibile realizzarlo oppure semplicemente non ne vale la pena perché sarebbe uno "spreco"?

Offline karamella

  • Digitalizzatore
  • *****
  • Post: 2.549
  • Sesso: Maschio
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #3 il: 20/06/14 21:01 »
Tutto è possibile, bisogna vedere se il gioco vale la candela.

Evidentemente la migliore visualizzazione di immagini in bianco e nero non vale la spesa necessaria a produrlo né a giustificarne il costo di vendita.

Per leggere un testo 16 livelli di grigio sono anche troppi, per gli amatori dei fumetti ci sono i tablet che oltretutto sono anche a colori.  :D

Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perchè nessuno sia più schiavo (G.Rodari)

Offline Fabyo

  • Novizio
  • *
  • Post: 42
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #4 il: 20/06/14 21:06 »
No ma anche per i fumetti sono più che sufficienti i 16 livelli! Io ho preso il kobo aura solo per appunti e manga, e li sto leggendo benissimo!!

Semplicemente ho provato a metterci delle foto in bianco e nero per curiosità e ho visto i pessimi risultati. E mi è venuta la curiosità! Grazie per le risposte!

Offline karamella

  • Digitalizzatore
  • *****
  • Post: 2.549
  • Sesso: Maschio
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #5 il: 20/06/14 21:09 »
Per avere una buona definizione devi tenere conto anche della definizione dell'aura e delle caratteristiche delle foto che carichi. :)
Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perchè nessuno sia più schiavo (G.Rodari)

Offline Luke

  • eBook Club Italian co-founder
  • Super Moderator
  • Digitalizzatore
  • *****
  • Post: 5.505
  • Sesso: Maschio
  • …tanto più che danni non posso fare…
    • eBook Club Italia
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #6 il: 21/06/14 08:21 »
Gli schermi E-Ink funzionano facendo venire a galla o affondando delle particelle nere in un fluido bianco. Per ottenere il grigio si usa una tecnica particolare: si portano a gala poi si riaffondano parzialmente.
E proprio nel termine "parzialmente" che sta il cuore del problema: poiché si tratta di un processo meccanico, influenzato da mille fattori ambientali (temperatura, luce, accelerazione etc) il parziale affondamento di queste particelle non è così preciso né controllabile oltre un certo limite.

I prime E-Ink avevano 4 livelli di grigio, poi portati ad 8. Le ultime generazioni di schermi ne dichiarano 16, ma personalmente ho i miei dubbi…

Veniamo ora alla resa delle immagini su E-Ink.
Oltre al mero numero di grigi, le immagini vengono rese anche con una renderizzazione dei pixel, che causa una granulosità dell'immagine, granulosità che in realtà non esiste. In altre parole, per ottenere dei grigi il software spesso preferisce interpolare dei pixel bianchi e neri, e questo è più frequente se l'immagine di partenza è a colori.

Ti suggerisco di provare a convertire alcune immagini in png nativo a 8 e 16 grigi, e confronta la visualizzazione con quella dell'immagine originale.

Spero di essere stato esaustivo…

Luke

Offline Fabyo

  • Novizio
  • *
  • Post: 42
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #7 il: 21/06/14 09:33 »
Per avere una buona definizione devi tenere conto anche della definizione dell'aura e delle caratteristiche delle foto che carichi. :)

No non è un problema di definizione. E' che per esempio il cielo invece di apparire con un buon gradiente appare a chiazze di grigio diverso!

Gli schermi E-Ink funzionano facendo venire a galla o affondando delle particelle nere in un fluido bianco. Per ottenere il grigio si usa una tecnica particolare: si portano a gala poi si riaffondano parzialmente.
E proprio nel termine "parzialmente" che sta il cuore del problema: poiché si tratta di un processo meccanico, influenzato da mille fattori ambientali (temperatura, luce, accelerazione etc) il parziale affondamento di queste particelle non è così preciso né controllabile oltre un certo limite.

I prime E-Ink avevano 4 livelli di grigio, poi portati ad 8. Le ultime generazioni di schermi ne dichiarano 16, ma personalmente ho i miei dubbi…

Veniamo ora alla resa delle immagini su E-Ink.
Oltre al mero numero di grigi, le immagini vengono rese anche con una renderizzazione dei pixel, che causa una granulosità dell'immagine, granulosità che in realtà non esiste. In altre parole, per ottenere dei grigi il software spesso preferisce interpolare dei pixel bianchi e neri, e questo è più frequente se l'immagine di partenza è a colori.

Ti suggerisco di provare a convertire alcune immagini in png nativo a 8 e 16 grigi, e confronta la visualizzazione con quella dell'immagine originale.

Spero di essere stato esaustivo…

Luke


Ho provato con foto in b/n. Ho provato a convertirne una in b/n a 16 livelli di grigio e sul pc mi sembrava simile a come viene visualizzata sul kobo.

Ma sapete quanti livelli di grigio servono per visualizzare non dico perfettamente, ma decentemente una foto in b/n? Purtroppo il programma che ho usato mi fa passare direttamente da una scala di 256 a una di 16.
« Ultima modifica: 21/06/14 09:45 da Fabyo »

Offline byllot

  • Digitalizzatore
  • *****
  • Post: 2.101
  • Sesso: Maschio
  • leggo ignorante ma illuminato!
    • byllot's books
Re: Livelli di grigio degli e-ink
« Risposta #8 il: 23/06/14 11:04 »
Io penso che il problema possa anche essere la risoluzione, se la fotografia ha una risoluzione maggiore, il Kobo deve rielaborarla.

Prova a visualizzare dei ritagli che non siano più grandi dello schermo del Kobo.