Autore Topic: Vendita ebook - POCA TRASPARENZA nelle descrizioni degli ebook  (Letto 10854 volte)

Offline FrancescoS

  • Scriba
  • **
  • Post: 218
https://play.google.com/store/books/details/Franz_Kafka_La_metamorfosi?id=ohU3a1L5AjgC&feature=search_result#?t=W251bGwsMSwyLDEsImJvb2stb2hVM2ExTDVBamdDIl0.

Questo è il link e poi clicchi anteprima.

Uff, non riesco a visualizzarlo perché attualmente abito in Belgio e google mi manda questo avviso: Siamo spiacenti. "I libri su Google Play non sono ancora disponibili nel tuo Paese.
Stiamo lavorando per rendere disponibili i tuoi contenuti preferiti in altri Paesi nel minor tempo possibile. Ricontrolla presto."  >:(

Puoi passarmi il link di amazon? Chissà che almeno quello riesca a vederlo...

Offline Raspy

  • Tipografo
  • ****
  • Post: 1.843
Su amazon non lo sto trovando più eppure ricordo di averlo visto.
Comunque non puoi cambiare ip temporaneamente?

Offline FrancescoS

  • Scriba
  • **
  • Post: 218
Su amazon non lo sto trovando più eppure ricordo di averlo visto.
Comunque non puoi cambiare ip temporaneamente?

Raspy, mi sa che sei troppo evoluto per me  ;). Come si fa a cambiare ip?? Ci sono programmi che lo permettono? E come posso essere sicuro di scegliere proprio un ip ITALIANO??? Son cose che non ho mai fatto  ???

Offline Raspy

  • Tipografo
  • ****
  • Post: 1.843
Ti puoi collegare a questo sito http://newipnow.com/ e vedere se c'è disponibile un ip italiano e navigarci.

Non so come funziona verso l'italia io ho sempre fatto il contrario.

Offline DruidoBianco

  • Digitalizzatore
  • *****
  • Post: 2.493
  • Sesso: Maschio
  • Kindle 3 wi-fi - Asus dr900
Consiglio anche l'ottimo hydemyass
Ecco dove comprare esclusivamente senza DRM
http://forum.simplicissimus.it/meta/segnaliamo-librerie-senza-

Offline FrancescoS

  • Scriba
  • **
  • Post: 218
Ti puoi collegare a questo sito http://newipnow.com/ e vedere se c'è disponibile un ip italiano e navigarci.

Non so come funziona verso l'italia io ho sempre fatto il contrario.

Ho provato varie volte a vedere se trovavo un ip italiano, ma sembra proprio che non ce ne siano... Purtroppo non ho la possibilità di verificare quell'anteprima di cui parli. Se conosci altri metodi, fammi sapere.
Ciao!

Offline Jane Eyre

  • Scriba
  • **
  • Post: 106
  • Sesso: Femmina
Ciao Francesco, hai fatto benissimo a sfogarti in questo spazio. Giro le tue segnalazioni alle case editrici, anche noi crediamo che ci debba essere la massima trasparenza possibile nelle descrizioni degli ebook. Soprattutto quando la copertina reca una scritta che poi non è veritiera.
Pienamente d'accordo. La questione copertina è di fondamentale rilevanza.
Non so se qualcuno abbia fatto caso che su un notissimo store .. A..  ::)
Apprezzo tantissimo il fatto che diano la possibilità di visionare in anteprima un estratto. Perfetto, cosi evitiamo fregature. In più, Amazon ha esteso l'opzione anche al cartaceo.. peccato però, che spesso l'edizione digitale presunta non corrisponda affatto a quella correlata all'edizione.. Sta cosa mi fa arrabbiare non poco  >:(

Altro fatto poco "cristallino": ci sono in giro parecchi ebook di marchi "economici" .. senza fare nomi. Costano poco, salvo accorgersi che nella pubblicazione acquistata mancano totalmente i riferimenti alla provenienza del testo, e al nome del traduttore.
Spesso poi ti vendono edizioni antiquate al limite della comprensibilità, che, per assurdo, puoi scaricare da Liber Liber GRATUITAMENTE. Sono di Pubblico Dominio...
e allora? Non son truffe queste?
Volere è potere

Offline DaG

  • Tipografo
  • ****
  • Post: 796
  • Sesso: Maschio
    • I Dragomanni
    • E-mail
Altro fatto poco "cristallino": ci sono in giro parecchi ebook di marchi "economici" .. senza fare nomi. Costano poco, salvo accorgersi che nella pubblicazione acquistata mancano totalmente i riferimenti alla provenienza del testo, e al nome del traduttore.
Spesso poi ti vendono edizioni antiquate al limite della comprensibilità, che, per assurdo, puoi scaricare da Liber Liber GRATUITAMENTE. Sono di Pubblico Dominio...
e allora? Non son truffe queste?

Dunque, la prima cosa (l'omissione dei dati relativi alla provenienza del testo e al nome del traduttore) non è una truffa ma è certamente una violazione della legge 22 aprile 1941 n. 633, che regolamenta il diritto d'autore.

La seconda cosa, se davvero i testi (comprese le traduzioni) sono di pubblico dominio, di per sé non è certo illecita. Io posso prendere i sonetti di Petrarca, che sono disponibili ovunque, e ristamparli. Certo, se non aggiungo niente (nuovi commenti, note, materiali utili), non si vede perché uno dovrebbe preferire la mia edizioni a tante altre. Siamo d'accordo però che, se non è chiarissimo dalla presentazione che si tratta di testi pubblicamente accessibili, l'operazione suona ben scorretta.

Offline Teone

  • Scriba
  • **
  • Post: 135
Altro fatto poco "cristallino": ci sono in giro parecchi ebook di marchi "economici" .. senza fare nomi. Costano poco, salvo accorgersi che nella pubblicazione acquistata mancano totalmente i riferimenti alla provenienza del testo, e al nome del traduttore.
questo per evitare l'imputazione penale di lesa del diritto morale

infatti spesso certi editori per risparmiare pigliano traduzioni di opere orfane (di cui non si conoscono gli estremi biografici del traduttore- allo scopo di calcolarne lo status e vedere se sono o no di pubblico dominio -) e le rimaneggiano (per non far accorgere le persone che hanno utilizzato la tal traduzione

editori un pio' più onesti, ma pur sempre furbi,  inseriscono la dicitura

l'editore è disponibile a versare il compenso per gli autori/traduttori che non sia stato possibile reperire (ma con la certezza che nessuno si farà mai avanti)

se questo lo facessi tu su un sito, la gang dei cancellatori di contenuti interessanti verrebbe subito a importi di chiudere TUTTO IL SITO

lo fa un editore e nessuno muove un dito...

Spesso poi ti vendono edizioni antiquate al limite della comprensibilità, che, per assurdo, puoi scaricare da Liber Liber GRATUITAMENTE. Sono di Pubblico Dominio...
e possono farlo, infatti non è vietato vendere accesso a testi di pubblico dominio, spetta alla gente starci attenta. Ciò che non possono fare è attribuirsi l'usufrutto in esclusiva del testo
e allora? Non son truffe queste?
no, si chiama COPYFRAUD, ossia si prende un testo di pubblico dominio, gli si assegna ex-novo un isbn, se ne reclama illegittimamente il monopolio dell'utilizzazione economica e magari si cerca anche di ottenere la cancellazione dell'originale di poubblico dominio


Offline DaG

  • Tipografo
  • ****
  • Post: 796
  • Sesso: Maschio
    • I Dragomanni
    • E-mail
Scusa, Teone, chiariamo i termini.

e allora? Non son truffe queste?
no, si chiama COPYFRAUD

E cioè, in italiano?

Citazione
ossia si prende un testo di pubblico dominio, gli si assegna ex-novo un isbn

Non facciamo confusione: un Isbn si attribuisce a una specifica edizione, non a un testo. Ogni edizione dei Promessi sposi in circolazione ha (lecitissimamente) un diverso Isbn, in cui è codificato tra l'altro l'editore, l'edizione etc. Anzi, se lo stesso editore ne pubblica più versioni (commentata e no, rilegata o in brossura etc.), ognuna ha un suo Isbn. E quindi, fin qui, nulla di illecito. Anzi, sarebbe illecito attribuirsi un Isbn altrui.

Citazione
se ne reclama illegittimamente il monopolio dell'utilizzazione economica e magari si cerca anche di ottenere la cancellazione dell'originale di poubblico dominio

Questo è un altro discorso e, certo, sarebbe molto grave. Ti risultano specifici casi concreti in cui sia stato fatto?

Offline Teone

  • Scriba
  • **
  • Post: 135
E cioè, in italiano?
Citazione
in italiano non esiste traduzione; è un termine coniato da Jason Mazzone

Copyfraud and Other Abuses of Intellectual Property Law
- http://papers.ssrn.com/sol3/papers.cfm?abstract_id=787244

il copyfraud ha per fine quello di eliminare l'accesso al materiale di pubblico dominio, visto come forma di distrazione che fa perdere traffico ai siti commerciali, questo si cerca di conseguirlo ripubblicando opere di pubblico dominio e poi asserendo falsamente di detenerne l'esclusiva di sfruttamento economico. Non sulla singola edizione, ma sull'opera in sé (sarebbe come se un editore pubblicasse i malavoglia e si arrogasse la esclusività di sfruttamento economico perseguendo chi diffonde il testo di verga), per ottenere la cancellazione (se in internet) della fonte originaria da cui il testo di pubblico dominio è stato preso per l'edizione. Tutto ciò in America accade perché non ci sono leggi a difesa del pubblico dominio (ma va?)

Non facciamo confusione: un Isbn si attribuisce a una specifica edizione, non a un testo. Ogni edizione dei Promessi sposi in circolazione ha (lecitissimamente) un diverso Isbn, in cui è codificato tra l'altro l'editore, l'edizione etc. Anzi, se lo stesso editore ne pubblica più versioni (commentata e no, rilegata o in brossura etc.), ognuna ha un suo Isbn. E quindi, fin qui, nulla di illecito. Anzi, sarebbe illecito attribuirsi un Isbn altrui.
sì, mi sono male espresso: il punto chiave non è l'attribuzione isbn, ma il fraudolento tentativo di reclamare quell'opera (e non quell'edizione) come soggetta ad  esclusivo sfruttamento economico

Citazione
se ne reclama illegittimamente il monopolio dell'utilizzazione economica e magari si cerca anche di ottenere la cancellazione dell'originale di poubblico dominio

Questo è un altro discorso e, certo, sarebbe molto grave. Ti risultano specifici casi concreti in cui sia stato fatto?

sì, e riguardano googlebooks vittima in passato di soggetti che praticano il copyfraud (sfruttando le stesse scansioni di google)

http://www.theregister.co.uk/2009/06/26/copyfraud/
« Ultima modifica: 07/03/15 14:54 da Teone »

Offline Jane Eyre

  • Scriba
  • **
  • Post: 106
  • Sesso: Femmina
Quindi frode, forme di truffa.. e poi dicono che il copyright e gli enti relativi esistono per tutelare le opere e gli autori?? Allucinante..
Possibile che la legge vigente consenta queste operazioni? E nessuno controlla? E allora la SIAE che ci sta a fare..
Se si cerca un po' tra le anteprime di Google Books ma anche di Amazon, si trovano parecchi casi di traduzioni identiche che circolano senza nome e contemporaneamente in più edizioni economiche..
bhè, con tutte le pecche che possiamo addebitare ai grossi gruppi editoriali, quando si compra un "Garzanti", un "Einaudi", o un "Mondadori", si sa il nome del curatore e si ha la certezza che ognuna di queste edizioni è diversa una dall'altra.
Stando cosi le cose, trovo impossibile contribuire alla crescita di tutte quelle piccole riciclatrici dell'altrui lavoro..
Volere è potere

Atticus

  • Visitatore
bhè, con tutte le pecche che possiamo addebitare ai grossi gruppi editoriali, quando si compra un "Garzanti", un "Einaudi", o un "Mondadori", si sa il nome del curatore e si ha la certezza che ognuna di queste edizioni è diversa una dall'altra.

Sono d'accordo con te.
Anche per i testi di pubblico dominio, preferisco affidarmi a un editore serio e spendere un paio di euro per un'edizione presumibilmente ben curata piuttosto che scaricare gratis o a pochi centesimi ebook di dubbia qualità e con refusi.
Sempre senza fare nomi, un editore molto economico vanta "edizioni integrali" di libri con diritti scaduti, che spesso non sarebbero affatto integrali. Non ho avuto modo di constatarlo personalmente, però un amico espertissimo di gialli mi ha assicurato che non sempre quelle edizioni sono veramente integrali e comunque le trova mal tradotte o proposte con traduzioni antiquate.
« Ultima modifica: 07/03/15 19:39 da Atticus »